Stampanti HP

Il Sito Autorità sul mondo HP

Stampante Canon Pixma IP2700

Stampante_Canon_Pixma_IP_2700

Abbiamo promesso una serie di articoli ai modelli Canon Pixma IP2700 ed MG2250 veri e propri antagonisti dei modelli Deskjet 2510 e 3055 nella fascia di stampanti low-cost,
per quanto riguarda il modello Ip 2700 dobbiamo partire con il rammentare che rimane pur sempre una stampante monofunzione, quindi se stiamo cercando comunque una Multifunzione il prodotto èè da scartare automaticamente,
se invece quello che cerchiamo è solo una stampante,
un esemplare ormai molto raro allora la Canon IP 2700 è la soluzione ideale.

Essendo un esemplare che possiamo definire unico, Canon lo mantiene a catalogo da oltre 3 anni,
un record considerando il ricambio che in genere abbiamo nel catalogo delle stampanti,
in media i produttori dopo 1 anno e mezzo circa mettono fuori catalogo alcuni modelli sostituendoli con dei nuovi,
non è il caso per della IP2700 che rimane solidamente all’interno del catalogo Canon.

La Pixma IP2700 rimane pur sempre una stampante  senza grosse pretese si rivolge per lo più verso un target di clientela casalinga che utilizza la stampante solo in rari casi e che all’occorrenza necessita di effettuare stampe a colori possibilmente di una certa qualità ,
tra i vantaggi dei modelli che utilizzano cartucce con testina integrata c’è quello di non essere costretti a sostituire ad esempio la cartuccia a colori nel momento in cui questa termina,
mentre per altri modelli (vedi Epson)
è necessario che ci sia sempre colore all’interno delle cartucce, altrimenti la stampante non funziona,
su tutti I modelli Pixma che utilizzano Cartucce con testina eventualmente si può ovviare a questo con la classica procedura di Reset che nella stragrande maggioranza dei casi consiste nel tenere premuto il tasto di riprendi stampa per alcuni secondi
Tasto_Reset_Canon

Dal punto di vista delle caratteristiche e delle performance dobbiamo comunque considerare che non stiamo parlando di un prodotto scadente, tutt’altro abbiamo  infatti:
Risoluzione di Stampa di 4800×1200 dpi con gocce di inchiostro da 2 pl,
Velocità di stampa B/N         ISO ESAT: circa 7 ipm
Velocità di stampa a colori    ISO ESAT: circa 4,8 ipm,
in grado di stampare foto in formato 10×15 cm in circa 55 secondi senza bordi con qualità da laboratorio fotografico,
dispone inoltre  di un software avanzato con Auto Photo Fix II in grado di correggere un’ampia gamma dei difetti più comuni delle immagini compresa la sottoesposizione.

Per quanto riguarda le cartucce utilizzare su questo modelli i codici di riferimento sono
PG510 oppure PG512 per quanto riguarda le cartucce di nero a capacità standard oppure alta capacità
CL511 oppure CL513 per le cartucce a colori divise sempre in capacità standard ed alta.

Nel prossimo articolo andremo a scoprire invece il modello Pixma MG2250.

Incoming search terms:

Leave a Comment

Verifica dei Contatori su una Stampante HP Laserjet P1102

 

Il precedente articolo in cui abbiamo avuto modo di segnalare una nuova funzione presente sulle Stampanti Hp Laserjet che permette di diminuire automaticamente quella che è la risoluzione di stampa e di conseguenza quelli che sono i consumi di stampa della propria stampante,
stiamo parlando della funzione Economode,
ci ha dato lo spunto per proseguire il discorso relativo alla stampante HP Laserjet P1102 series rispondendo ad una delle richieste che spesso ci viene fatta dai lettori del blog, e cioè come fare per verificare quante stampe sono state effettuate con una determinata stampante e nello specifico avere accesso ai contatori generali della stampante.

Questa funzione spesso sottovaluta dagli utenti di cui molti sono addirittura ignari risulta essere importantissima in quanto ci permette di scoprire quella che è la durata effettiva di una Cartuccia Toner,
soprattutto se si utilizzano delle Cartucce Rigenerate o ad esempio ne hai appena acquistato una compatibile e vuoi effettivamente verificare la durata della cartuccia, la migliore soluzione è quella di accedere al contatore di stampa e verificare il prima e il dopo della reale durata della cartuccia.

Nel corso degli anni passati a lavorare in questo settore ne abbiamo visto un po’ di tutti i colori,
uno dei classici è quello di mettere una piccola etichetta adesiva sulla cartuccia il giorno della sua installazione in maniera tale da capire perlomeno quanti mesi ci dura una cartuccia,
è un trucco un po’ artigianale ma perlomeno ci da l’idea di quanti mesi ci dura una cartuccia e di conseguenza quella che è la spesa annuale come gestione di una stampante.

Alcuni utenti invece si regolano in base al consumo di carta e nello specifico a quante risme di carta vengono utilizzate con una stessa cartuccia,
anche in questo caso la procedura permette di avere un’idea della durata della cartuccia ma resta pur sempre una soluzione alternativa.

La migliore soluzione è quindi  quella di stampare una pagine di informazione sullo stato dei consumabili alla prima installazione della cartuccia e di seguito prima di togliere la cartuccia toner quanto la qualità di stampa non è più presentabile,
la procedura per stampa la Pagina di informazioni è la seguente:
Per stampare la pagina sullo stato dei materiali di consumo, selezionarla dall’elenco a discesa

Stampa pagine di informazioni della scheda Servizi nel driver per la stampante,
La pagina Stato materiali di consumo fornisce le seguenti informazioni:

● la percentuale stimata di toner rimasto nella cartuccia di stampa

● il numero di pagine e processi di stampa eseguiti

● ordini e informazioni sul riciclaggio.

Alcuni modelli HP laserjet permettono di stampare la pagina di informazioni premendo direttamente alcuni tasti sul pannello di controllo della stampante stessa,
si tratta di stampanti di fascia più alta rispetto alla serie Laserjet P1102,
andremo a scoprire in seguito quali sono questi modelli e come effettuare la stampa di verifica dei materiali di consumo nei prossimi giorni.

Incoming search terms:

Leave a Comment

Perdite di inchiostro nella Stampante?

In questo articolo andiamo a  vedere una delle casistiche che spesso potrebbero riproporsi quando si utilizza per molto tempo sempre la stessa Stampante Inkjet in questo caso una stampante hp,
cioè il problema della presenza di macchie di inchiostro sul foglio stampato,
in alcuni casi queste possono essere delle vere e proprie “chiazze” di inchiostro.

Il problema dipende dal fatto che la spugna che fa da assorbitore dell’inchiostro in eccesso dopo aver lavorato per molto tempo,
non riesce più a mantenere l’inchiostro in eccesso,
cioè quelle piccole gocce di inchiostro che dalla cartuccia fuori escono in eccesso e che finiscono a questo punto all’interno della stampante,
una delle principali cause di questo problema deriva dall’eccessivo utilizzo della stampante che si protrae per anni quando questa ha una certa longevità e che quindi alla fine porta proprio a questo problema.

Una delle azioni da eseguire per prevenire il problema è quella di pulire periodicamente la spugna che di regola si trova sul lato destro della stampante ed è il luogo dove si vanno a poggiare le cartucce in posizione di riposo,
con un panno di carta assorbente,
possibilmente oltre al panno di carta vanno utilizzati dei guanti che permettono proprio di togliere manualmente l’inchiostro che si deposita all’interno della stampante e che in alcuni casi si presenta proprio in veri e propri “grumi”.

Un’altra azione potrebbe essere quella di sostituire del tutto la spugnetta con una nuova,
anche in questo caso la procedura non è impossibile basterebbe ritagliare un piccolo pezzo di spugna della stessa misura di quella presente nella stampante e sostituirla,
mi rendo conto che la maggior parte non hanno proprio intenzione di fare questa procedura,
ma comunque sarebbe una delle poche strade percorribili per risolvere il problema ed evitare di esser costretti al cambio della stampante.

Per dubbi o perplessità non esitate a contattarci…

 

Incoming search terms:

Comments (3)

Come monitorare il livello degli inchiostri su una Stampante HP

Nel corso degli ultimi giorni abbiamo ricevuto una serie di richieste che riguardavano il modo o comunque la procedura per monitorare correttamente il livello degli inchiostri su una Stampante HP.

Proprio per questa abbiamo deciso di creare un mini guida che lo spiegasse in maniera semplice e senza troppi giri di parole,
partendo dal presupposto che se sulla tua Stampante stai utilizzando
Cartucce Rigenerate o Ricaricate controllare il livello degli inchiostri ti serve a poco,
perchè comunque questo è sfalsato e poco attendibile.

Chiarito questo semplice concetto possiamo passare avanti,
generalmente se utilizzi un computer con Sistema operativo Windows:
XP, Vista o Seven,
devi andare su Start e poi da Pannello di Controllo scegliere Stampanti e Fax,
una volta arrivato fin qui devi individuare il modello di stampante installata sul tuo sistema,
e fare doppio clic;
si aprirà a questo punto una nuova finestra in cui ti trovi come prima Voce:
Stampante e da qui un menu a cascata,
premi Preferenze di Stampa e da qui  come vedi da immagine in alto
nella Casella Servizi trovi l'area riguardante il livello degli inchiostri HP.

Successivamente su modelli un pò più nuovi ma sempre "entry level " inkjet;
bisogna entrare nelle Proprietà – Funzioni e da qui Servizi Stampante,
dove trovi il Livello stimato degli Inchiostri che ti permettono di monitora il livello delle cartucce.

 

Questo è anche un metodo per capire quale cartuccia a volte non viene riconosciuta quando viene segnalata un Errore,
perchè la Cartuccia riconosciuta viene monitorata mentre quella "Errata"
scompare completamente dal pannello di controllo….

Incoming search terms:

Leave a Comment

Stampante Portatile Canon 2011!!!

La vera e unica antagonista di HP nella categoria di Stampanti Portatili per il 2011 è Canon,
a dire il vero sono anni che gli unici 2 produttori ha commercializzare Stampanti portatili sono Canon e HP,
è vero che anche le Stampanti a Sublimazione sono delle piccole
Stampanti Portatili e che in quella nicchia specifica troviamo anche altri produttori,
come Samsung, Epson, Kodak per citarne alcuni,
ma a noi non interessa al momento quel settore anche perchè non ci sono prodotti HP a sublimazione e perchè non sono stampanti business e quindi utilizzo in ambito lavorativo come invece sono le Stampanti Portatili.

Nel corso degli anni Canon a prodotto diversi modelli di Stampanti Portatili,
sia come serie inkjet I70, I80, I90,
sia nella vecchia versione di Canon BJC70, BJC80, BJC85 ormai tutti fuori prodotti fuori produzione;
unica Stampante Portatile Canon che attualmente troviamo a catalogo è la Canon IP100 disponibile nella versione standard ed in quella con la Batteria in dotazione che costa circa un 20% in più rispetto alla prima e che quindi sfiora ed in alcuni casi supera le 300 euro ivate al pubblico.

Coma per la HP H470,
possiamo inserire la IP 100 sia nella categoria delle Stampanti Portatili che in quella delle Fotografiche,
essendo questa una stampante dalla qualità eccezionale e sulla quale ci  si avvale della tecnologia con testine di stampa FINE Canon per produrre fotografie e documenti di qualità incredibile,
grazie ai  microugelli che emettono minuscole gocce d’inchiostro da 1pl, consentono la realizzazione di stampe con una  risoluzione di
9600 x 2400 dpi.

Differenza sostanziale tra IP 100 Canon e HP H470 sta nella differente tecnologia utilizzata in quanto Canon utilizza taniche d’inchiostro con testina di stampa separate mentre sul modello HP troviamo Cartucce con
testina integrata;
Ti stai chiedendo quale sia la soluzione migliore tra le 2?

Non è semplice dare una risposta rapida a questa domanda,
prima di tutto dobbiamo inquadrare le Cartucce utilizzate su questa
Stampante Canon IP100 dopo il quale potremmo avere un quadro più completo della situazione,
il mio consiglio se sei realmente orientato per l’acquisto di una
Stampante Portatile ma non sai ancora quale prodotto scegliere è di continuare a seguire i prossimi post correlati…

 

A presto.

Incoming search terms:

Comments (1)

Scopriamo insieme le HP Officejet 6500

Entriamo nel vivo della serie di Multifunzioni HP Officejet 6500 guardando da vicino come sono fatte e quali versioni abbiamo ora a catalogo:
le HP6500 vengono divise in due differenti versioni,
un pò come è avvenuto per le HP 4500 troviamo la versione 6500A che ha tutte le funzionalità di una Stampante Multifunzione con Fax tranne che la possibilità di esser utilizzata in Wireless,
la HP 6500 Plus ha questa differenza che è il tocco in più.

La Multifunzione HP 6500 Plus è stata creata proprio per gli utenti delle piccole aziende che desiderano una soluzione Wireless in grado di garantire risultati professionali con prezzi sia di acquisto che di gestione contenuti,
infatti quando HP qualche hanno fa ha presentato questa nuova serie di Multifunzioni Officejet le ha presentate proprio come la vera e propria alternativa business per piccole aziende,
all’utilizzo di Stampanti Multifunzione Laser,
sia per quella che è la qualità delle stampe sicuramente a favore di quella inkjet che per la gestione dei consumabili che con le nuove Cartucce a colori separati inkjet ha costi di gestione più bassi rispetto ad una Laser a colori.

La serie HP Officejet 6500 come detto è una serie più evoluta rispetto alle 4500 troviamo infatti per queste stampanti l’opportunità di utilizzare la nuova tecnologia HP E-print che permette di stampare anche da un dispositivo mobile semplicemente mandando una mail ad un server sul quale viene installata la stampante in questione,
per il momento ho do una spiegazione semplificata per far capire il concetto di questa nuova tecnologia E-print di HP in attesa anche in questo caso di scoprirne le caratteristiche e le potenzialità di prodotto visto che dietro questa tecnologia c’è dietro anche un grosso lavoro di sviluppo di applicazioni che permettono di stampare di tutto e di più.

La Officejet 6500 ha una qualità di stampa equivalente a quella di una stampante laser con una velocità di stampa di 10 PPM in bianco e nero e di 7 PPM per il colore,
questo nella modalità standard mentre per la modalità bozza abbiamo velocità di 32 PPM in b/n  e 31PPM a colori
in più è possibile condividere le prestazioni attraverso la rete Wireless o eterneth entrambe disponibili o semplicemente utilizzando l’Usb Hi-speed,
per il resto tra le caratteristiche che a primo impatto mi sembra doveroso sottolineare c’è la Stampa Fronte-retro automatica,
il caricatore ADF automatico da 35 fogli,
la Scansione istantanea a PC o a e-mail e tanto,
tanto altro ancora,.
insomma anche in questo caso ci troviamo di fronte ad una periferica sulla quale in unico prodotto troviamo tutto ciò che può servire al giorno d’oggi per una piccola media impresa che vuole essere operativa e vuole tenere il passo con i tempi

Incoming search terms:

Leave a Comment

Stampanti a colori HP 2013 II Parte

Continua l’argomento relativo alle stampanti a colori HP,
per il momento ci siamo focalizzati su quello che è l’aspetto cardine delle stampanti a colori,
cioè i costi di gestione,
in molti infatti prima ancora di capire che genere di stampe otterremo stampando con la nostra stampante ed utilizzando magari prodotti originali HP, vogliono capire quelle che saranno i costi di gestione di queste stampanti,
non a torto considerando quelli che sono i costi delle stampe a colori soprattutto quelle eseguite con stampanti laser a colori di fascia bassa,
cioè con le classiche stampanti a colori da 120/130 euro.

Nel primo articolo di questa nuova serie abbiamo fatto una brevissima panoramica di quella che è la situazione attuale delle Stampanti laser a colori,
perlopiù abbiamo riscoperto i costi di gestione delle HP Laserjet pro 300, 400 e 500,
con le differenze esistenti nel costo copia tra queste stampanti, dai modelli laserjet enterprise 500 in poi si inizia a scendere finalmente sotto i 10 centesimi per copia,
una cifra per la quale si può iniziare a ragionare ed a pensare se stampare o meno a colori,
non abbiamo ancora avuto modo di parlare dei modelli HP laserjet enterprise Color 700….
ma a breve ci arriveremo,
quello che vogliamo dire anzi ribadire è per l’ennesima volta che ci sono tanti modelli HP Inkjet a colori che permettono id ottenere un costo per copia notevolmente più basso rispetto alle stampanti laser a colori,
e questo fa preso seriamente in considerazione visto che molti produttori,
HP ed Epson su tutti stanno riproponendo prepotentemente le stampanti a colori inkjet anche per uso ufficio e con costi di gestione notevolmente più bassi rispetti alle stampanti laser a colori.

Non a caso Epson definisce le proprie stampanti Epson Workforce pro a colori le stampanti a colori Laser Killer,


questo perché sono stampanti che permettono grazie all’utilizzo della serie di Cartucce ad altissima capacità da 3400 copie un costo copia inferiore almeno del 50% rispetto al costo copia delle stampanti laser a colori di pari categoria o anche di categoria leggermente superiore.

In tutto ciò HP non è stata certo a guardare,
sono anni infatti che il colosso statunitense produce stampanti HP Officejet Pro a colori in grado di tenere testa nelle performance alla stragrande maggioranza delle stampanti laser a colori,
riuscendo a garantire allo stesso tempo costi di gestione più economici,
attualmente tra i modelli Inkjet a colori HP da tenere seriamente in considerazione come possibile acquisto abbiamo la serie Officejet Pro 8600 disponibile nella versione classica ed in quella Plus,
i nuovi modelli Officejet Pro 251dw ed 276dw MFP,
e senza dubbio la nuova straordinaria gamma di Stampanti per ufficio Officejet Pro X, stampanti di cui abbiamo già avuto modo di parlare in precedenza ma che avranno ancora tanto spazio attraverso le pagine del blog,


già dal prossimo articolo infatti andremo a delineare una panoramica di quelli che sono i costi di gestione di queste Stampanti a colori HP Officejet Pro,
in maniera tale da avere ben chiaro in testa quelle che sono le differenze tra queste stampanti e le stampanti laser a colori HP.

Se sei ancora interessato all’acquisto di una buona stampante a colori HP,
ma hai ancora molti dubbi, allora devi per forza seguire i prossimi aggiornamenti del blog relativi alle stampanti a colori HP.

 

Incoming search terms:

Leave a Comment

Verifica Contatori Hp Laserjet 1160 – 1320

 

Continua la serie di articoli dedicati alle Stampanti HP Laserjet che utilizzano Toner serie HP49 e HP49X,
come promesso quindi nella fase finale del post in cui abbiamo commentato la procedura di Ricarica per questi Toner, andiamo a concentrarci su quelle che sono le semplici operazioni che permettono di monitorare quello che è il reale stato di queste Stampanti Laserjet.

Per questo ci concentriamo sul pannello di controllo delle Stampanti HP Laserjet 1160 e 1320 ed andiamo a vedere quelli che sono i tasti che ci permettono di ottenere le informazioni necessarie per monitore lo stato della stampante, possiamo ad esempio effettuare una stampa dimostrativa della stampante chiamata Pagina di dimostrazione:

la stampa di questa pagina di dimostrazione contiene esempi di testo e grafica,
Per stamparla bisogna premere il pulsante CONTINUA quando la stampante è pronta (spia Pronta accesa) e non in fase di stampa,
oppure possiamo stampare una Pagina di configurazione,

Nella pagina di configurazione sono elencate le impostazioni e le proprietà correnti della Stampante, questa pagina contiene inoltre un rapporto di registro dello stato,
per stampare questa pagina bisogna premere CONTINUA per 5 secondi quando la stampante è nello stato Pronta.

Se vogliamo monitorare invece quello che è lo stato dei materiali di consumo,
allora dobbiamo stampare la Pagina Stato materiali di consumo:
questa pagina fornisce informazioni relative alla cartuccia di stampa installata nella stampante, alla quantità di toner presente nella cartuccia di stampa e al numero di pagine e documenti stampate nel corso dei mesi o degli anni da parte della stampante stessa,
in maniera tale che possiamo tenere sotto controllo i dati relativi ad una data Cartuccia ed in più possiamo monitorare anche lo stato generale della stampante stessa,
nello specifico scopriamo il totale dei documenti processati dalla stampante stessa,
questa pagina fornisce inoltre informazioni relative all’ordine e al riciclaggio dei materiali di consumo,
e viene stampata automaticamente quando viene stampata una pagina di configurazione mediante il pannello di controllo (vedi quindi la spiegazione in alto).

Per quanto riguarda la verifica della pagina di configurazione per queste HP Laserjet è fondamentale in quanto ci permette soprattutto se utilizziamo materiali di consumo non originali Hp quindi Toner Rigenerati se questi riescono ad ottenere prestazioni simili a quelle delle Cartucce originali Hp in maniera tale da incrociare i dati e scegliere se utilizzare un prodotto rispetto ad un altro.

A questo punto non ci rimane che raccogliere le vostre testimonianze e quelle di coloro che utilizzano prodotti Rigenerati e voglio suggerirli oppure dare feed-back negativi per i lettori del blog!

 

Incoming search terms:

Leave a Comment

Stampanti HP sulle quali non puoi stampare solo in Bianco e nero

Nel precedente articolo abbiamo risposto ad una domanda spesso ricorrente,
cioè quali sono i modelli di Stampanti HP che ti permettono di Stampare solo in bianco nero,
penso che sia stata data una risposta abbastanza articolata,
certamente si poteva entrare maggiormente nei dettagli,
ma questo avrebbe voluto dire scrivere non un articolo ma almeno 3 o 4 articoli,
analogamente abbiamo detto che ci sono alcuni modelli che non ti permettono di stampare solo in bianco e nero e che quindi sei costretto a sostituire i colori anche se imposti la stampante solo in Bianco e nero.

Questa cerchia di modelli HP è racchiusa a tutti quei modelli dotati di Cartucce a colori separati con chip e che si bloccano se termina un colore,
ad esempio tutta la serie HP Officejet di fascia alta:
serie Pro 8000, Pro 8100, Pro 8500, Pro 8600 che sono tutte stampanti di nuova generazione,
a questa serie nuova si vanno ad accostare anche vecchi modelli,
come le Officejet serie L7400, L7500, L7600 su tutti questi modelli troviamo una particolare serie di Cartucce le HP88 queste cartucce sono reperibile sia nella versione standard che in quelle alta Capacità HP88XL,
in entrambi i casi le cartucce nel momento in cui terminano si bloccano e quindi vanno sostituite.

Discorso identico per tutte quelle Stampanti che utilizzano Cartucce HP Numero di riconoscimento 10 ed HP11,
e per tutti i Plotter HP Designjet,
per tutti questi modelli a meno che tu non staia utilizzando Cartucce con chip autoresettante non è possibile proseguire la stampa se termina un colore.

E se Imposti la stampa solo in Bianco e nero?

Apparentemente questa può essere una soluzione,
però devi considerare che tutte le stampanti a colori separati sulle quali cartucce e testine sono separate,
ad ogni riaccensione della stampa parte in automatico un ciclo di pulizia delle Cartucce che va a prendere un po’ di inchiostro dalle cartucce per far riprendere il flusso nei condotti,
questo sta a significare che nel medio-lungo periodo anche se non utilizzi un colore specifico questo andrà ad esaurirsi e sarai costretto a sostituirlo.

Tutte le Cartucce a colori separati HP hanno questo problema?

Risp:
No,
ci sono alcuni modelli tipo HP920/920XL ed HP 364 che anche se risultano scariche non bloccano la stampa che quindi prosegue segnalando soltanto l’inchiostro esaurito.

 

 

Incoming search terms:

Comments (1)

Stampanti HP che usano solo in Bianco e Nero?

 

Nei giorni scorsi mi è stata posta sul blog una richiesta specifica,
una richiesta che in realtà ho ricevuto più volte ma che in realtà mai avevo preso in considerazione in maniera specifica:
Quale Stampante HP acquistare che permetta di stampare solo in BN?

La domanda apparentemente è una domanda specifica e dovrebbe richiedere una risposta abbastanza specifica,
apparentemente mirata magari a 4/5 modelli di stampanti da consigliare,
magari suddivise per fasce di prezzo che permettano all’utente di scegliere un prodotto rispetto ad un altro,
modelli di stampanti appunto che stampino in BN,
la realtà è che non è possibile dare una Risposta specifica,
non è possibile per il semplice fatto che tutte le Stampanti HP ad oggi permettono se vuoi di stampare solo in Bianco e nero,
puoi passare da una stampante di fascia bassa,
una comunissima Deskjet 1050 per citare un modello a caso fino ad arrivare anche ad una Laser a colori di Fascia alta,
non so ad esempio una Laserjet M551 che puoi scegliere di Stampare solo in bianco e nero.

Ed i colori?

Se usi una Laser a colori oppure una Inkjet a colori i colori ci sono Vero?

Risp:
Si i Colori ci sono,
ma non sei costretto necessariamente ad utilizzarli,
puoi anche scegliere di stampare solo in BN entrando nelle Impostazioni di stampa impostando la stampa solo in Scala di Grigi oppure utilizzando solo Inchiostro Nero,
modificando l’impostazione nella modalità Colori quanto ti è necessario.

E’ per quanto riguarda le Stampanti Inkjet a colori separati quelle che hanno tante Cartucce?

Risp:
Anche in questo caso la risposta è identica,
puoi optare solo per la modalità Nero o comunque scegliere di stampare in bianco e nero senza neppure modificare l’impostazione,
nel momento in cui terminano i colori la stampante segnala Cartucce esaurite ma queste non si bloccano e quindi puoi proseguire con la stampa,
fermo restando che se vuoi stampare a colori devi sempre cambiare le Cartucce.

Il discorso non cambia per le Stampanti HP Laser,
nel caso delle Laser a colori devi però preventivamente Impostare la Stampante in modalità Scala di Grigi.

Esistono però dei modelli di Stampanti HP che non ti permettono questo accorgimento,
e che quindi ti costringono a cambiare le cartucce a colori se queste terminano,
è un numero ristretto di modelli ma è giusto segnalarli perché sono comunque modelli importanti.

Se vuoi scoprire quali sono questi modelli sui quali sei costretto a sostituire le Cartucce a colori che finiscono,
allora continua a seguire i prossimi aggiornamenti.

 

Incoming search terms:

Leave a Comment

  • Categorie

  • Recent Search Terms

  • Commenti recenti

  • Articoli recenti

  • Archivi

  • Blogroll

  • RSS Iscriviti alle Notizie!!!